Crea sito

di - Alà dei Sardi - Blog - Alà dei Sardi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Alà, taglio del nastro alla casa per gli anziani

Alà dei Sardi
Pubblicato da in Cronaca ·
Tags: casadiriposoanziani
Domenica sarà inaugurata la Comunità Alloggio "San Francesco" di Alà dei Sardi. Il Comune, la Cooperativa Sociale “Il Sabato” e la Cooperativa “Senalonga” terranno, infatti, l'inaugurazione pubblica della struttura, aperta di recente agli ospiti. Il taglio del nastro previsto alle 11, con la presentazione pubblica della struttura e la celebrazione della santa messa; seguirà un momento conviviale e attività di intrattenimento nel pomeriggio aperto a tutti.
La comunità alloggio può ospitare persone con età superiore ai 65 anni, totalmente autosufficienti o con limitata autonomia personale, è localizzata nell'immediata periferia di Alà dei Sardi ed è circondata da un bel parco di querce da sughero, che consente nella bella stagione la permanenza all'esterno e lo svolgimento di attività ricreative e di animazione.
La comunità può ospitare sino a 16 persone, suddivise in disponibilità di 5 camere singole e 6 camere doppie dotate di televisore; a richiesta, è possibile dotarle di un piccolo frigorifero. Previa valutazione del Servizio Veterinario e del Rti gestore, sono ammessi animali domestici da compagnia di piccola taglia. La struttura dispone di un modulo di pronto intervento, con capacità ricettiva di un posto letto, per un periodo non superiore ai trenta giorni, per far fronte a bisogni assistenziali improvvisi e urgenti, in attesa di poter valutare e ricercare soluzioni più idonee e stabili. La struttura opera anche come centro diurno di socializzazione. Inoltre, sono previsti servizi di riabilitazione-fisioterapia personalizzata, servizio di preparazione e consegna di pasti a domicilio in convenzione, servizio prenotazione e trasporto per visite mediche, servizio di lavanderia. (s.d.)



Anche Alà ha una casa per anziani

Alà dei Sardi
Pubblicato da in Cronaca ·
Tags: anzianicasadiriposoospizio
Dopo un iter durato venticinque anni, ha aperto i battenti ad Alà dei Sardi la nuova casa di riposo realizzata dal Comune e affidata in gestione. E’ la comunità alloggio San Francesco, bellissima struttura immersa nel verde, che potrà essere anche un’occasione di lavoro per gli alaesi. A gestirla sarà il raggruppamento di imprese Rti, cooperativa sociale Il Sabato e cooperativa Senalonga, con un contratto di cinque anni, che forniranno sostegno agli anziani in una prospettiva “family friendly”, attenta ai legami familiari, con momenti di socializzazione, intrattenimento, cultura e arte. Sono previsti anche servizi in più: un centro diurno di socializzazione, riabilitazione e fisioterapia personalizzata, un servizio di preparazione e consegna di pasti a domicilio in convenzione, prenotazione e trasporto per visite mediche e infine la lavanderia. Servizi che saranno gestiti dalla casa di riposo, che diventerà un centro di assistenza per tutti, non solo per gli ospiti.
Un sogno che si avvera, iniziato 25 anni fa con la donazione di un terreno da parte di Vittorio Pinna per realizzare una casa di riposo per le persone in difficoltà del paese. I lavori furono iniziati dalla giunta Porcheddu, che investì circa 1 miliardo di lire, e proseguirono con quella Pitzalis, che investì più di 300 mila euro. Intoppi burocratici e mancanza di fondi hanno rallentato il completamento dell’opera, e gli ultimi lavori sono stati eseguiti lo scorso anno con l’amministrazione Carta che ha investito 190 mila euro.
La nuova giunta guidata da Francesco Ledda infine ha seguito tutto l’iter per avere l’agibilità della struttura che è stata finanziata anche con donazioni dei cittadini. I gestori sono già operativi e disponibili ad incontrare i potenziali utenti e presentare la struttura. (b.m.)



Solidarietà ad Alà dei Sardi, raccolti fondi per un libro

Alà dei Sardi
Pubblicato da in Cronaca ·
Tags: volontariatocaterinabuaalidicarta
Dolci, maglioni, prodotti artigianali vari. Tutti realizzati da volontari, esposti e venduti nel mercatino di Natale organizzato dall’Associazione Ali di Carta-Caterina Bua. Sono stati raccolti 1.200 euro che serviranno per finanziare la pubblicazione di un libro dove saranno illustrati tutti gli elaborati dei ragazzi delle scuole medie ed elementari del paese che hanno partecipato al concorso. Un’ iniziativa che ha riscosso successo, incuriosito gli abitanti di Alà, sempre pronti a scendere in campo quando si tratta di aiutare gli altri. Ancora una volta hanno dimostrato tutta la loro generosità acquistando i prodotti e dato così un contributo importante per un’idea che coinvolge tanti ragazzi. Tra i lavori realizzati dagli studenti, il migliore è stato giudicato quello di una ragazzina rumena, ormai "sarda" a tutti gli effetti. Doveva raccontare il proprio paese nei dettagli. Lo ha fatto con dovizia di particolari, scrivendo così: «Non sono nata da Alà dei Sardi ma lo considero il mio paese. Qui sto davvero bene». La somma raccolta non è sufficiente per la pubblicazione del volume ma i volontari di Ali di Carta sono certi che riusciranno a trovare sponsor per fare felici i ragazzi di Alà.



Facebook
Torna ai contenuti | Torna al menu